Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
il fiore
Gi
Piante a spiga: fiori come fuochi d’artificio
Inviato da Redazione GI il 22-06-2011 14:08
Spighe_0

nella foto: alcune Kniphofie, dalle inusuali infiorescenze a spiga, spesso bicolori ,che con il loro aspetto esotico, meritano un posto di spicco nelle bordure.
Ecco alcune tra le migliori varietà.

K. ‘Bees’ Lemon’, * giallo limone, h 90 cm, f 5-6
K. ‘Bees’ Sunset’, * albicocca, h 90 cm, f 5-6
K. ‘Green Jade’, * verde, poi crema e bianco, h 1.5 m, f 8-9
K. ‘Mount Etna’, * scarlatto , h 1.6 m, f 8-9
K. ‘Percy’s Pride’, * verde lime poi crema, h 1.2 m, f 8-9
K. ‘Royal Standard’, * rosso e giallo, h 1.2 m, f 6-7
K. rooperi, * arancio e rosso, h 1.2 m, f 9-10
K. uvaria, * rossi e arancio, h 1.5-2 m, f 9-10 (* fiore, h altezza spighe, f mese di fioritura)

Le spighe fiorifere verticali proposte da alcune specie possiedono considerevole valore ornamentale e si rivelano una carta vincente nelle bordure, dove inseriscono vitalità cromatica e movimento. Il carattere carismatico delle infiorescenze affusolate e la trionfante imponenza di alcuni esemplari ci sorprendono con esplosioni di forme o colori che si proiettano verso il cielo come fuochi d’artificio. Possono essere programmate per apparire in particolari momenti dell’anno, sia per enfatizzare fioriture coincidenti sia per creare interesse quando le bordure necessitano di una sferzata d’energia.

Slancio nelle bordure
I giardini ampi con bordure erbacee di buone dimensioni permettono di pianificare spettacoli pirotecnici in varie riprese con specie che fioriscono in periodi diversi e si prestano a giochi di colore creativi, per esempio introducendo cromatismi diversi oppure utilizzando gradazioni armoniche monotematiche che partono da una tonalità chiara e si esprimono successivamente in sfumature più intense. La ripetizione delle stesse specie, distribuite a intervalli più o meno regolari nell’arco dell’intera bordura, è essenziale per rafforzarne l’impatto e creare coesione e continuità. Alcuni esemplari offrono infiorescenze maestose associate a fogliami scultorei di grande presenza, come nel caso di Yucca gloriosa e in particolare Phormium tenax, sempreverdi robuste e strutturate la cui collocazione nel contesto verde deve essere valutata attentamente perché crea forti punti focali. La produzione delle spighe richiede in genere un buon accrescimento foliare prima di verificarsi, ma nelle giuste condizioni diventa poi un fenomeno regolare, con prominenti steli fioriferi che essiccano naturalmente e si mantengono fino alla stagione successiva. Di dimensioni più contenute, anche alcune perenni con spighe prominenti e fogliame sempreverde, come Acanthus spinosus. Particolarmente adatto a terreni argillosi e drenati al sole, produce durante l’estate robuste spighe (1-1.3 m) di piccoli fiori bianchi con belle brattee sfumate di rosa, di lunga durata. Le foglie profondamente incise possiedono buon valore estetico, anche se le spine di cui sono munite ne rendono sconsigliabile il posizionamento in prossimità di sentieri o percorrimenti. Il fogliame di A. mollis è meno aggressivo e più ampio, ma la produzione di steli fioriferi non è altrettanto generosa.

Alcuni accorgimenti utili

Per enfatizzare la forma affusolata delle infiorescenze, associare le spighe in colori chiari o sfumature di giallo e arancio a sfondi di fogliami scuri, per esempio Cotinus c. ‘Royal Purple’ o varietà a foglia nera di sambuco (Sambucus ‘Black Beauty’ o S. ‘Black Lace’). Al contrario, i blu, i viola e i rossi intensi beneficiano di contrasto con fogliami verde chiaro, gialli o variegati.

Poiché i colori forti si impongono molto più chiaramente alla vista, sarà necessaria una minor quantità di esemplari rispetto a fioriture in colori tenui, che diventano più percepibili in massa.

I toni del bianco e crema sono meno visibili durante il giorno, particolarmente al sole, ma assumono qualità luminescenti al crepuscolo e sono quindi particolarmente indicate dove il giardino viene utilizzato la sera.

Per maggiore impatto nelle grandi bordure, vari esemplari di specie con cespo basale singolo si possono piantare a breve distanza per formare macchie di colore più consistenti (Digitalis e Verbascum di medie o piccole dimensioni, molte annuali come Celosia e Anthirrinum e bulbose come il gladiolo).

Le fioriture a spiga traggono vantaggio dall’associazione con infiorescenze di forma contrastante, come i fiori piatti di Achillea, Erigeron, Aster o le sfere di Allium, Echinops e quelle globulari delle rose.

Tratto da “Fuochi d’