Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
piante da giardino
Gi
Le annuali veloci da seminare adesso
Inviato da Redazione GI il 08-05-2012 15:35
Petunia_2742d91c

Molte specie di annuali che fioriscono in estate e in autunno si seminano ora in vasetti o in aiuola se si tratta di specie robuste e con grossi semi. Ecco qualche consiglio utile.





 

Molte di quelle che chiamiamo “annuali” sono invece specie perenni nei loro luoghi d’origine, ma nelle zone con inverno freddo esse vengono trattate appunto da annuali, anche perché la produzione vivaistica intensiva ne consente la facile ed economica riproduzione stagionale in serra. Ciò consente di avere a disposizione una grande scelta di specie a prezzo contenuto e con il vantaggio del “pronto effetto” in vasi, cassette e aiuole.


Accorgimenti utili

Se decidete di comprare le piantine pronte per il trapianto, ecco a cosa dovete fare attenzione…

 

• Intanto acquistate esemplari compatti e non “filati” (cioè magri e sottili, con vegetazione presente solo all’apice): una pianta giovane e ben coltivata deve avere foglie anche nella parte bassa del fusto. Se optate per gli esemplari in contenitore, non fidatevi a vista di quelli esterni al bancale, ma osservate – se è il caso spostando i vasi – anche i più interni, per verificare che posseggano requisiti di qualità.

• All’atto dell’acquisto, chiedete consiglio sul numero di piante ottimale per metro quadrato o sulla corretta distanza tra un esemplare e l'altro in cassette o bordure: eviterete di portarvi a casa esemplari in eccesso, sprecando denaro. Di fronte a piante a voi sconosciute o a novità dell’anno, non lasciatevi prendere la mano: compratene pochi esemplari per provarli, prima di acquistarne grandi quantità.

• Le bustine di annuali classiche costano pochi euro (più costose sono le specie e varietà rare da acquistare anche per corrispondenza o sul web) e da ciascuna potrete ottenere 10-30 piante adulte, dipende dal numero di semi contenuti; se poi a fine estate provvederete a raccogliere i semi prodotti (non dalle varietà ibride, sterili e spesso diverse dal genitore), risparmierete ancora.

• Procuratevi un buon terriccio (leggero e fertile) e aggiungete una parte di sabbia di fiume, pari al 40-50%. Mescolate bene il terriccio e la sabbia per ottenere un substrato drenante.

• Utilizzate vasetti in coccio di piccola dimensione oppure vasetti in plastica, anche di tipo alveolare, adatti soprattutto a sementi di media o grossa dimensione. Collocate i semi e copriteli con un velo di substrato.

• Se non avete un semenzaio o una serra, raccogliete i vasetti in una cassetta e coprite con un telo di plastica da sollevare periodicamente per innaffiare delicatamente, usando un vaporizzatore: l'innaffiatoio ha un getto forte, capace di spostare i semi.

• Tenete la cassetta-semenzaio all'ombra in ambiente luminoso e mite, non troppo caldo. Aprite spesso la copertura in plastica per controllare la salute dei germogli, ove necessario fate uno sfoltimento per conservare solo i germogli più sani e vigorosi da trapiantare in vasi, cassette o aiuole quando sono cresciuti e irrobustiti e hanno emesso almeno 5 foglie. Dopo il trapianto conservate all'ombra per qualche giorno.


Effetti esotici

 

• Ci sono piante di facile riproduzione da seme che offrono effetti esotici: cleome, ricino, enotera, ipomea...

• E poi, piante da fogliame come il ricino dalle foglie purpuree e il rhodochiton, una bella rampicante da fogliame: insieme all’eccremocarpo, anch'esso rampicante a ciclo annuale, può dare soddisfazione e arricchire giardino e terrazzo con una nota preziosa di novità tropicale.

Per altri suggerimenti di specie particolari rimandiamo a Seminiamo ora le annuali

 

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA