Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
piante da appartamento
Gi
Una bergenia per avere fiori invernali
Inviato da Redazione GI il 06-10-2014 13:00
Bergenia3_b78b7d55

Nome scientifico: Bergenia crassifolia

Famiglia: Sassifragacee

 

La bergenia è stata una pianta molto di moda all’inizio del Novecento, quando non mancava mai come bordura bassa nelle aiuole in giardino, allietandolo di colore in un periodo in cui domina il grigio. Infatti è una specie indistruttibile che schiude le corolle nel cuore dell’inverno (viene chiamata anche “fiore di S. Giuseppe”, dal periodo di fioritura), rallegrando il balcone per alcune settimane. La bergenia non richiede cure particolari, ma dà molto in cambio. Può
durare per decine d’anni, a condizione di
tenerla all’ombra in estate.

 

Com’è fatta
Perenne rizomatosa sempreverde, data da folti ciuffi di grandi foglie basali, tondeggianti, carnosette, ovali o cuoriformi, con bordi dentellati, di colore verde scuro, che si arrossano in autunno, portate da corti fusti semilegnosi. Dal centro dei ciuffi in gennaio-aprile si sviluppano steli svettanti (30 cm d’altezza), su cui sbocciano mazzetti di piccoli fiori campanulati, di colore bianco, rosa, rosso o porpora secondo le specie (una decina) e varietà (una quarantina), che permangono a lungo.

 

Dove si coltiva
La bergenia è originaria della Siberia e della Cina settentrionale, non teme certo il gelo, e sopravvive anche al caldo estivo se può stare all’ombra. Poco adatta alla coltivazione in aree costiere, perché non ama il vento salmastro. Vive benissimo in vaso, da lasciare fuori tutto l’anno perfino sulle Alpi.

 

Come si coltiva in vaso
Vuole una posizione in ombra luminosa tra aprile e settembre, soprattutto nel Sud; a mezzo sole nei restanti mesi (anche in pieno sole nel Nord e sulle Alpi). Resiste fino a –25 °C, ma soffre oltre i 40 °C e in estate deve stare all’ombra, anche fitta. Il vaso, in plastica o terracotta, deve avere un diametro di 18 cm per pianta con fusto di 4 cm di diametro alla base (max 3 piante in cassetta lunga 30 cm): deve “stare stretta” per fiorire, altrimenti produce solo foglie; si rinvasa solo quando le radici fuoriescono dal foro di drenaggio, in una misura in più. Il substrato è indifferente (un buon terriccio universale va bene), ma sempre ben drenato sul fondo. Bagnate in abbondanza in ogni stagione ma solo quando la terra è ben asciutta. Somministrate in maggio e in ottobre un concime granulare a lenta cessione per piante fiorite. Eliminate alla base le foglie secche e gli steli fiorali appassiti. Moltiplicatela in maggio dividendo il rizoma.

 

I su