Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
FAQ
People
Un grande pergolato
Inviato da M. Teresa il 25-08-2012 16:13
Casa-cortile_posteriore_0de844a6
Buongiorno, vorremmo ricoprire completamente il cortiletto posteriore della casa con un grande pergolato, per assicurare ombra e una maggior privacy. Come realizzarlo? I tralicci potrebbero essere posizionati nel muro della casa sopra le finestre, a destra nella foto, mentre preferiremmo non fossero inseriti nel muro perimetrale di sinistra, ricoperto dal gelsomino che ricade dal giardino dei nostri vicini. E' necessario eliminare la bella siepe di photinia? Vorremmo inoltre che il pergolato potesse garantire anche una protezione antigrandine, visto che il cortiletto spesso viene usato anche come parcheggio per le nostre macchine. E quali rampicanti usare, il gelsomino va bene? Grazie mille.
Tibiletti

Risposta dell'esperto

Inviato da Elena Tibiletti

In commercio esistono numerosi pergolati sia autoportanti (da fissare in alto su un solo lato e ai quattro angoli, ed eventuali punti intermedi a seconda delle dimensioni della struttura, in basso), sia addossati (al muro, e quindi anch'essi fissabili da un solo lato), sia in legno sia in ferro. La ricaduta sul lato sinistro dipende sempre dalle dimensioni della struttura, che può essere scelta in modo da lasciare 50-70 cm di distanza rispetto alla siepe (anche per consentire un'eventuale passaggio) per evitare di danneggiarla. Ribadisco che il fissaggio su quel lato va fatto a terra. Per ottenere anche una protezione antigrandine è necessario coprire il pergolato con una copertura fissa: tegole (da montare su una struttura in legno), vetri o plexiglas (entrambi possibili anche su strutture in metallo); la copertura con teli di stoffa per esterni o materiali plastici è insufficiente perché potrebbe venire perforata da una forte grandinata; men che meno sono sufficienti solamente le piante, che a tanto maggior ragione vengono seriamente compromesse dalla grandine. Con una copertura fissa, il pergolato può ospitare piante solo lungo i pilastri, quindi in vasconi: via libera al falso gelsomino e alle rose nel Nord Italia, alla buganvillea, passiflora e veri gelsomini nel Sud Italia.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA