Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
FAQ
People
Talee piante
Inviato da Andrea il 11-08-2013 15:41
Salve è da qualche tempo che tento di eseguire talee di alcune piante in modo particolare rose e acero rosso. Tuttavia non sto avendo successo in quanto il materiale che utilizzo rinsecchisce e muore. Io faccio il trattamento con ormoni radicanti, metto a dimora le talee in uno strato di terriccio misto a sabbia, insomma faccio il tutto da manuale ma immancabilmente le talee muoiono. Vorrei avere qualche consiglio per ottenere delle talee con successo, soprattutto per quanto riguarda l'irrigazione. Ogni quanto vanno bagnate le talee? Dovrei utilizzare un terriccio specifico, magari di torba per avere un maggiore successo? Grazie dell'attenzione.
Tibiletti

Risposta dell'esperto

Inviato da Elena Tibiletti

Le talee di rosa vanno prelevate durante il mese di ottobre e devono essere rametti laterali dell'anno, del diametro di 3-4 mm. Le talee di acero giapponese vanno prelevate in settembre e anch'esse devono essere rametti dell'anno. Ambedue le talee devono avere lunghezza di almeno 20 cm. La tecnica è quella classica: spolverando o meno la base con ormone radicante, si pongono le talee in vasetti con substrato composto da metà torba e metà sabbia, leggermente inumidito. I vasetti si tengono all'ombra, mantenendo sempre una leggera umidità. Durante l'inverno devono rimanere all'aperto, ma non esposti alle intemperie (va bene per es. un portico), controllando di tanto in tanto l'umidità del substrato.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA