Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
FAQ
People
compatibilità tra piante
Inviato da Livio il 21-07-2014 16:55
ho comperato delle clematidi per il mio terrazzo ( esposto a sud ovest , località Milano). Per tenere ,come da raccomandazioni generali, le radici all'ombra pensavo di mettere nello stesso vaso delle piantine di sedum ( suggeritomi dal vivaista che mi ha fornito le clematidi) ho però visto che i sedum sono delle piante succulente,quindi,immagino, abbiano esigenze diverse sulle innaffiature dalle clematidi. Lei cosa mi consiglia?. grazie in anticipo
Tibiletti

Risposta dell'esperto

Inviato da Elena Tibiletti

E' vero che i sedum hanno esigenze idriche meno accentuate rispetto alle clematidi, però è anche vero che, se il drenaggio sul fondo del contenitore è ottimale, non si creeranno di sicuro ristagni perchè le clematidi sono più veloci nell'assorbire l'acqua. In alternativa consiglio piantine di Campanula poscharskiana o persicifolia, che hanno le medesime esigenze idriche delle clematidi e sono ugualmente perenni. Se opta per le annuali (il piede deve rimanere all'ombra da aprile a settembre, mentre nelle altre stagioni un po' di sole e luce è gradito), consiglio di partire da seme, per evitare sommovimenti del terriccio e lesioni alle radici delle clematidi: semini all'inizio di aprile portulacca, lobelia, santoreggia, petunia, tagete, tutte annuali con corte radici che non disturbano le clematidi e assorbono poca acqua.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA