Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
FAQ
People
Coltivazione Pomodori
Inviato da Carmine il 21-05-2015 21:02
Buonasera , sono un un ragazzo che si sta appassionando al giardinaggio e all' orticoltura , sono abbastanza fortunato avendo a disposizione per il mio hobby un giardino di circa 1800 mq in cui sono presenti vari alberi da frutta e agrumi ... che purtroppo sono stati abbandonati per qualche tempo e quindi hanno non pochi problemi... a suo tempo vi chiederò consigli per affrontarli al meglio sfruttando le vostre preziosissime conoscenze e la vostra grande gentilezza e disponibilità . Tornando ai Pomodori , ho destinato una parte del mio giardino proprio alla loro coltivazione e ho piantato circa una sessantina di piante divise fra Cuori di bue e un altra qualità di cui non so dirle specificatamente il nome in quanto i semi mi sono stati gentilmente donati da un contadino del salento ( suppongo san marzano o simili) . Detto ciò ho trapiantato le piantine un pò piccole ma dopo i primi giorni mi sembra che stiano reagendo molto bene ( probabilmente anche per merito della nostra terra non a caso chiamata dagli antichi Campania Felix ) ho seguito un pò le indicazioni di base , quindi una distanza di circa 35 cm fra le piante predisponendo i pali per una futura legature. Detto ciò , considerando che voglio attenermi a una coltivazione biologica avevo intenzione per proteggerle dagli afidi( di cui ahimè ne ho già notato la comparsa ,afidi neri per precisione )e da eventuali funghi di utilizzare rispettivamente il piretro e la poltiglia bordolese e magari dargli una piccola aiuto nella crescita con il macerato di ortica (che ho già preparato )diluito al 10%. Adesso le mie domande sono : quanto tempo dopo il trapianto conviene iniziare con le irrorazioni di piretro e poltiglia b.? e con che frequenza ? si possono dare contemporaneamente durante la stessa irrorazione (quindi mischiandole nella stessa pompa irroratrice) piretro e poltiglia b. ? o comunque come usarle al meglio ? per l' uso di macerato di ortiche come fertilizzante come e quando usarlo ? insomma ogni consiglio in merito sarà prezioso per me!!! ancora grazie per la vostra disponibilità e complimenti per il vostro lavoro.
Tibiletti

Risposta dell'esperto

Inviato da Elena Tibiletti

Gli insetticidi come il piretro vanno distribuiti solo in presenza di insetti, quindi a scopo curativo e non preventivo. Seguire le indicazioni in etichetta del prodotto acquistato, per le modalità, dosi, ripetizioni e tempi di carenza. 

I prodotti a base di rame si distribuiscono a scopo preventivo o curativo, sempre seguendo le indicazioni in etichetta del prodotto.

Piretro e rame non sono miscibili: i due trattamenti vanno effettuati a 5-7 giorni uno dall'altro. Entrambi i trattamenti vanno svolti al tramonto, sia per evitare le alte temperature estive che danno fenomeni di fitotossicità, sia soprattutto per non avvelenare le api che a quell'ora sono in buona parte rientrate all'alveare.

Il macerato d'ortica utilizzato come insetticida presenta le stesse indicazioni del piretro. Va distribuito verso sera ogni 5-7 giorni. Come fertilizzante si impiega per annaffiature al terreno, nella zona dove insistono le radici ma lontano dal piede delle piante, ogni 15-20 giorni.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA