Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA

Tag page post

Post

Cartamo_de78ec2a

Piante tintorie: il cartamo

Inviato da Redazione GI il 19-06-2012 10:48

Detto anche zafferanone bastardo perchè utilizzato, in cucina, per tingere le pietanze come il riso, al posto dello zafferano, il cartamo è da tempi antichi uno dei fiori lavorati per ottenere due colori di tintura: il rosso (considerato più pregiato) e il...

Shobori_chinese_butterfly_bfb45b4b

Piante tintorie: Robbia

Inviato da Redazione GI il 23-04-2012 10:00

La Robbia ha costituito sin  dall'antichità la principale fonte di colorazione rossa, per le fibre tessili, le pelli e le pitture murali. Citata nelle opere di  Ippocrate ,Teofrasto e Dioscoride, che ne menziona la coltivazione in Toscana, era usata dagli ant...

Oro_blu_dad205ca

Piante tintorie: guado

Inviato da Redazione GI il 10-04-2012 11:37

Fra le piante tintorie una delle più antiche, il Guado, nell’antichità conosciuto anche come “Oro blu”, è ora al centro di una interessante riconsiderazione, come risorsa sostenibile ed ecocompatibile, in molti paesi, fra cui l’Ital...

Schermata_2011-05-19_a_17.37.31

Bixa orellana: l'albero del rossetto

Inviato da Redazione GI il 19-05-2011 19:41

Lo chiamano anche 'annatto' o 'achiote', ma il suo vero nome botanico è Bixa orellana. Si tratta di un arbusto o piccolo albero brasiliano noto per i suoi frutti dai quali si estrae un potente colorante alimentare, l'annatto o E160b. Utilizzata anche come spezia e coloran...

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA